GetLeads Blog

COME SCRIVERE UNA MAIL EFFICACE NEL 2024

Iniziamo sapendo che per “riprendersi” dopo aver letto un’e-mail servono ben 64 secondi.

Assodato questo, scrivere e-mail chiare, semplici e concise è possibile. E dovrebbe essere obbligatorio. Un messaggio ben scritto fa risparmiare tempo sia al mittente sia al destinatario. Una mail breve garantisce efficacia ed efficienza. Spesso pensiamo che mandare un messaggio spoglio e con pochi fronzoli sia poco professionale. Errore.

Oggi, nel 2024, é importante ricordarsi che la maggior parte delle mail (circa il 60%) sono aperte direttamente dallo smartphone. Attualmente, sono stimati circa 4,5 miliardi di account email attivi a livello globale, e il 60% di essi preferisce leggere le email principalmente su smartphone. Secondo TechCrunch, addirittura il 75% dei più di 900 milioni di account Gmail si dedica esclusivamente alla lettura delle email tramite telefono cellulare. É importante quindi ottimizzare le mail per questo dispositivo.

Benissimo. Come? Ecco alcune indicazioni utili.

I “BULLET POINTS” sono importanti per diverse ragioni. Primo, rendono il testo più scanzonato e facilmente digeribile, migliorando la chiarezza del messaggio. Secondo, suddividono concetti complessi in punti distinti, facilitando la comprensione. Terzo, guidano l’occhio del lettore attraverso le informazioni chiave, creando una struttura visiva che agevola la lettura. Infine, i bullet points semplificano la memorizzazione delle informazioni, rendendo il contenuto più accessibile e coinvolgente per il destinatario.

SPAZI BIANCHI. É consigliato lasciare una riga vuota tra una frase e l’altra poiché gli spazi bianchi aiutano alla lettura veloce. Nell’ottica di semplificare il processo di lettura e comprensione, è cruciale creare un impatto visivo. Una lunga porzione testuale risulterebbe noiosa al lettore. La lunghezza giusta per una mail é massimo 5 righe, quindi intorno alle 150 parole.

Le INFO GRAFICHE sono cruciali per alleggerire il testo e migliorare la comunicazione visiva. Rappresentando informazioni complesse in modo visivamente accattivante, le infografiche semplificano concetti, rendendo più facile la comprensione per il lettore. Aggiungono un elemento visuale che cattura l’attenzione e trasmette messaggi in modo efficace. Inoltre, le infografiche possono riassumere dati in modo chiaro e sintetico, rendendo il contenuto più memorabile. Nel contesto digitale, dove l’attenzione è limitata, le infografiche si rivelano uno strumento potente per comunicare in modo rapido ed efficace.

ELIMINARE le PERIFRASI e le espressioni prolisse. Assicurati che il messaggio raggiunga il destinatario in modo netto. Evita l’utilizzo di costruzioni frasali che alterano la sequenza normale della frase (soggetto – verbo – oggetto), con troppe subordinate. La chiarezza della scrittura è vincolata alla chiarezza del pensiero.Il celebre architetto del secolo scorso, Ludwig Mies van der Rohe, affermava: “Less in more”. Questa massima si applica anche al contenuto delle email, che dovrebbe essere conciso, pulito e snello, anche quando si hanno diverse informazioni da comunicare.

Per concludere, qui sotto un esempio di una mail non efficace trasformata in una mail di facile leggibilità.

COME SCEGLIERE I COLORI PERFETTI PER IL TUO PROGETTO

Hai mai pensato a come designer e artisti riescano a trovare la combinazione perfetta di colori? Sicuramente, il loro buon gusto e la loro conoscenza delle basi della grafica giocano un ruolo fondamentale. Utilizzano la teoria del colore in modo consapevole, applicando regole precise anziché basarsi solo sul gusto personale. Tuttavia, anche chi non è un esperto in design o arte può imparare qualcosa grazie a semplificazioni e strumenti chiave.

L’insieme di colori che si abbinano bene è definito come armonia di colori. Artisti e designer sfruttano queste armonie per creare un’estetica o suscitare una particolare sensazione, sia nel mondo online che offline. La ruota dei colori diventa uno strumento cruciale per individuare armonie cromatiche attraverso le regole delle combinazioni di colori, che guidano le posizioni relative dei diversi colori per trovare combinazioni che generano un effetto visivamente piacevole.

Per definire la gamma di colori da utilizzare per un prodotto, ci affidiamo al termine “palette“. La creazione di una tavolozza richiede tempo e competenza. In alcune circostanze, la scelta è limitata ai colori del proprio marchio a quelli dell’evento in cui si presenterà. Altre volte, ci si trova di fronte a una pagina vuota senza una chiara idea su come comporre la propria tavolozza.

Iniziamo ricordando che il colore svolge un ruolo importante con due funzioni chiave: ottica e psicologica. La teoria del colore è uno strumento prezioso per guidare la leggibilità, mentre la psicologia del colore influenza le emozioni. Quando affronti la scelta dei colori per la tua presentazione, è essenziale considerare:

  • Il tema centrale trattato nella presentazione.
  • La chiarezza visiva, prendendo in considerazione come i colori interagiranno tra di loro e la loro applicazione alle diverse diapositive.
  • Le emozioni che intendi suscitare nel pubblico attraverso l’uso accurato dei colori.

Alcuni NUMERI.

Il nostro subconscio forma un giudizio positivo o negativo nei primi 90 secondi, e in un intervallo tra il 62% e il 90% dei casi, questa valutazione è notevolmente condizionata dal colore. Questo sottolinea quanto sia fondamentale un uso intelligente del colore per creare una prima impressione positiva. La capacità di impiegare il colore con consapevolezza è preziosa in quanto:

  • Potenzia la memoria: Le informazioni associate a testi o disegni colorati sono più facilmente memorizzabili.
  • Cattura l’attenzione: Le pubblicità a colori hanno un aumento del 42% nella lettura rispetto a quelle in bianco e nero.
  • Migliora la comprensione: Il colore aumenta la leggibilità del 40%, l’apprendimento del 55% e la comprensione del 73%.
  • Influenza il comportamento dell’interlocutore: Le persone tendono a reagire inconsciamente in base alle sensazioni evocate dalla visione di un colore.

 

 

CONOSCIAMO i COLORI.

Tra le sfumature calde spicca il Rosso, utilizzato principalmente per catturare l’attenzione e veicolare concetti di grande impatto. È la tonalità ideale per comunicare amore, passione, ma anche aggressività e pericolo. Sempre tra i toni caldi troviamo l’Arancione, perfetto per rendere visibili i concetti in modo positivo. Ottimo per associazioni con il cibo. Trasmette vitalità, ottimismo, allegria e stimola, appunto, l’appetito. Un tono caldo e solare è il Giallo, impiegato per attirare l’attenzione e per trasmettere ottimismo. È una tonalità spesso associata al materiale di comunicazione per bambini, trasmettendo felicità e allegria. Passando alle tonalità fredde, troviamo il Verde, utilizzato per comunicare concetti legati alla natura e all’ecosostenibilità. Rappresenta tranquillità, benessere e natura, appunto. Un’altra tonalità fredda per eccellenza è il Blu. Questa tonalità trasmette stabilità, affidabilità, onestà ed è ideale per presentazioni ufficiali che intendono infondere un senso di sicurezza. Infine, il terzo colore freddo è il Viola, la tonalità legata al settore lusso e alla cura di sé. È una tonalità che evoca l’idea di eleganza, nobiltà, ma è anche connessione all’introspezione e alla spiritualità. Ottima se abbinata a concetti valoriali legati a un dato progetto. Il Bianco rappresenta la semplicità, la purezza e viene spesso utilizzato quando si vogliono comunicare concetti “asettici” e, per l’appunto, neutri. Il Nero è un’altra tonalità spesso associata ai beni di lusso, quindi l’utilizzo di questa tonalità nelle presentazioni risulta elegante e formale, soprattutto se abbinato al bianco. Il Grigio è perfetto per esprimere concetti legati al “tech”, in quanto trasmette classe e modernità. L’uso eccessivo di questa tonalità nelle presentazioni, tuttavia, può infondere tristezza e dare una sensazione di monotonia del contenuto.

Benissimo. COME usarli?

La vasta gamma di strumenti disponibili online rende più facile per designer, artisti e creatori di tutti i tipi trovare ispirazione e creare combinazioni di colori accattivanti. Ecco alcuni tra i siti più gettonati.

       

  • HAPPY HUES  si configura come un notevole portale di ispirazione per l’universo cromatico. Non solo espone le combinazioni di colori in maniera diretta su elementi web, ma va ben oltre. Propone un glossario esaustivo sulla terminologia relativa ai colori e una serie di spiegazioni che esplorano la psicologia del colore e la sua applicazione nel design.

https://www.mycreativetoolkit.com/happy-hues/

  • PICULAR è uno strumento che trasforma le parole in colori utilizzando la ricerca di immagini su Google. Questo generatore rapido di colori primari analizza i risultati di Google Immagini per suggerire tonalità legate a qualsiasi termine cercato. È adatto a tutte le lingue, ma è importante notare che i risultati possono variare. Ad esempio, cercando “Mare” si otterranno colori diversi rispetto a una ricerca con la parola “Sea”.

https://picular.co/

  • 2COLORS COLORION In questo sito troverai alcune combinazioni appositamente scelte di 2 colori che si abbinano bene. Puoi adoperarle per il tuo prossimo progetto web o di design.

https://2colors.colorion.co/

  • COOLORS  è uno strumento versatile, disponibile gratuitamente e a pagamento, che offre anche una versione in formato app. Questo strumento consente di generare palette di colori, personalizzare font, creare collage di immagini e sviluppare contenuti adatti ai daltonici, offrendo una vasta gamma di funzionalità.

https://coolors.co/

L’IMPORTANZA DEI FONT NELLA COMUNICAZIONE VISIVA

I caratteri tipografici possiedono la competenza di evocare emozioni e richiamare alla mente ricordi, sensazioni, immagini e situazioni precedenti. Poiché le emozioni giocano un ruolo fondamentale nelle scelte che facciamo, i font, come qualsiasi elemento che può generare sensazioni positive, si rivelano uno strumento strategico efficace per il conseguimento degli obiettivi di marketing stabiliti.

La prima cosa da considerare è che i font si suddividono principalmente in due categorie sostanziali: Serif e Sans Serif.

I Font Serif sono caratterizzati dalle “grazie“, ovvero le decorazioni presenti alle estremità di ciascuna lettera. Questi elementi aiutano nella leggibilità di testi lunghi e di grande importanza, riducendo l’affaticamento visivo del lettore. Di conseguenza, vengono utilizzati per la stampa di libri, riviste e pubblicazioni di notevole rilevanza, come testi religiosi o politici, in cui la chiarezza è fondamentale.

I caratteri tipografici Sans Serif, spesso chiamati “bastoni,” si distinguono per l’assenza di grazie decorative. Sono principalmente utilizzati per titoli e brevi messaggi pubblicitari destinati a catturare l’attenzione. A differenza dei caratteri Serif, i Sans Serif sono meno adatti alla lettura veloce poiché le lettere non mostrano una “continuità” visiva tra di loro. Questi caratteri (Sans Serif) risultano essenziali per il web e l’ambiente dei social network, in quanto, privi di ornamenti, conservano la leggibilità anche a dimensioni ridotte. È importante notare che non tutti i caratteri tipografici sono compatibili con i browser web come Google Chrome o Firefox. Tuttavia, esiste una vasta libreria di font supportati per il web offerta generosamente da GoogleFont.

L’uso dei font può variare notevolmente a seconda del tipo di progetto, dell’audience e degli obiettivi di design. Ecco alcuni dei font più comunemente utilizzati e ampiamente riconosciuti:

1. HELVETICA: Un font sans-serif noto per la sua pulizia e leggibilità. È spesso utilizzato in design minimalisti e moderni.

2. ARIAL: Simile ad Helvetica, Arial è un altro font sans-serif ampiamente usato, spesso presente in sistemi Windows.

3. TIMES NEW ROMAN: Un font serif classico, noto per essere facilmente leggibile su carta stampata. Spesso utilizzato in documenti formali e accademici.

4. VERDANA: Un font sans-serif che eccelle nella leggibilità su schermi digitali. È spesso utilizzato in testi web.

5. CALIBRI: Questo font sans-serif è stato ampiamente utilizzato in documenti di Microsoft Office per la sua chiarezza.

6. GARAMOND: Un font serif classico con una lunga storia, spesso utilizzato in design di stampa e libri.

7. ROBOTO: Un font sans-serif popolare e moderno, ampiamente utilizzato in applicazioni e design digitali.

La scelta del font per scopi professionali dipenderà principalmente dal tipo di lavoro che stai svolgendo e dalla tua azienda o settore di appartenenza. Ecco alcune indicazioni generali:

1.Font Serif per Documenti Formali: Per documenti e comunicazioni aziendali formali, come rapporti, presentazioni o curriculum, è consigliabile utilizzare font serif come Times New Roman o Georgia. Questi font trasmettono una sensazione di serietà e professionalità.

2.Font Sans-serif per Materiali Digitali: Quando si tratta di progetti digitali, come siti web o presentazioni su schermo, i font sans-serif come Arial, Calibri o Helvetica sono più adatti. Sono più leggibili su schermi e offrono un aspetto moderno.

3.Font del Brand: Se lavori per un’azienda o un’organizzazione, verifica se esistono linee guida sul branding e sui font aziendali. Rispettare il font del marchio è spesso essenziale per mantenere l’identità aziendale.

4.Adattamento al Pubblico: Considera il pubblico a cui ti rivolgi. Se il tuo lavoro coinvolge clienti giovani o un’audience specifica, la scelta del font dovrebbe rispecchiare i loro gusti e le tendenze del settore.

5.Leggibilità e Chiarezza: Assicurati che il font scelto sia altamente leggibile, specialmente se si tratta di documenti lunghi o contenuti che richiedono attenzione ai dettagli.

6.Variazioni per Titoli e Testo: In molti casi, è utile utilizzare un font diverso per i titoli e un altro per il testo principale per enfatizzare i punti chiave senza compromettere la leggibilità del contenuto principale.

7.Controlla le Licenze: Assicurati di rispettare le leggi sul diritto d’autore quando scegli i font, specialmente se lavori su materiali che verranno distribuiti o pubblicati.

Infine, ricorda che la scelta del font dovrebbe essere coerente e riflettere l’immagine e gli obiettivi del tuo lavoro. Prima di prendere una decisione definitiva, fai delle prove per valutare quale font funzioni meglio per il tuo contesto professionale.

ESSERE PRESENTI ONLINE – Personal Branding

La popolazione italiana è di circa 60 milioni di abitanti.

Di questi, quasi 50 milioni sono gli utenti connessi ad internet quotidianamente e circa 35milioni sono attivi sui social media.
Oggi, viviamo in un’epoca digitale in cui l’accesso a informazioni e risorse è diventato estremamente facile e veloce. Questo ha portato a un aumento significativo delle persone che cercano informazioni online su di te prima di incontrarti di persona. Ci sono diverse ragioni per cui questa pratica è diventata così comune.
In primo luogo, la ricerca online prima di un incontro consente alle persone di conoscere meglio chi sei e cosa rappresenti. Attraverso i social media, i siti web professionali e altri canali online, possono ottenere un’idea più chiara della tua personalità, del tuo background e delle tue esperienze. Questo può essere utile per stabilire un punto di partenza per la conversazione o per valutare se ci sia un terreno comune tra voi.

Inoltre, la ricerca online permette alle persone di valutare la tua reputazione e la tua credibilità. Le recensioni, le raccomandazioni e le testimonianze presenti online possono influenzare l’opinione che gli altri hanno di te. Questo è particolarmente rilevante nel contesto professionale, dove le aziende e i potenziali datori di lavoro possono cercare informazioni per verificare le tue competenze e la tua affidabilità.
Nel panorama digitale odierno, il personal branding nei social media ha acquisito un’importanza sempre maggiore. Creare e gestire una presenza online solida e autentica è diventato cruciale per distinguersi nella massa e raggiungere i propri obiettivi professionali.

Benissimo. Come?

1. Definizione del personal branding nei social media.
Il personal branding si concentra sull’identità e sulla reputazione online di un individuo. Nei social media, rappresenta l’immagine che una persona desidera proiettare al mondo virtuale. Attraverso una strategia accurata, è possibile promuovere i valori, le competenze e l’esperienza personali, creando una forte presenza digitale che si distingue dalla massa.

2. Coerenza e autenticità.
Per costruire un personal branding efficace, è fondamentale mantenere una coerenza e un’autenticità costanti. Ciò implica l’uso di uno stile grafico coerente con la propria personalità e valori. Inoltre, è importante sviluppare una coerenza visiva, utilizzando gli stessi colori, font e tipi di contenuto per creare un’immagine riconoscibile. L’autenticità è essenziale per stabilire connessioni significative con il pubblico e favorire la fiducia.

3. Identificare il proprio target di riferimento.
Prima di iniziare a costruire il personal branding sui social media, è importante identificare il proprio target di riferimento. Chi sono le persone che si desidera raggiungere? Quali sono i loro interessi, bisogni e desideri? Comprendere il proprio pubblico di riferimento aiuta a creare contenuti pertinenti e adatti alle loro esigenze, aumentando l’impatto del personal branding.

4. Creare una strategia di contenuti.
Una strategia di contenuti ben pianificata è essenziale per il successo del personal branding nei social media. Definire gli obiettivi, il tipo di contenuto da pubblicare e la frequenza delle pubblicazioni è fondamentale. Si possono utilizzare diverse forme di contenuto come testi, immagini, video o podcast, a seconda delle preferenze del pubblico e dei canali social scelti.

5. Coinvolgimento con il pubblico.
Il personal branding richiede interazione e coinvolgimento attivo con il pubblico. Rispondere ai commenti, partecipare alle conversazioni, condividere opinioni e fornire valore sono elementi chiave per creare un’interazione significativa e costruire una community fedele. Il coinvolgimento con il pubblico aiuta a costruire relazioni di fiducia e a creare una reputazione positiva.

 

LE IMMAGINI SINTETICHE. COMUNICAZIONE VISIVA 2.0: Massimizza l’efficacia con immagini sintetiche

Iniziamo commentando l’immagine della copertina. La celebre affissione per comunicare l’arrivo delle patatine più leggere al Burger King è un mirabile esempio di immagine sintetica. I creativi hanno seminato in un’unica immagine due indizi: la patatina e la motosega che si scorge chiaramente come seconda lettura immediata. Ecco la potenza di un’immagine sintetica: due suggestioni arrivano alla mente del lettore, che ricompone il quadro in un attimo: sono patatine, ma sono anche leggere perché hanno rimosso il grasso. L’headline “We’ve trimmed the fat” (abbiamo tagliato il grasso) funziona come una conferma del processo di decodifica e chiude il messaggio.
Nel modello classico della comunicazione, solitamente troviamo almeno due ruoli: quello del mittente, colui che trasmette il messaggio, e quello del destinatario, colui che lo interpreta. Ed è qui che risiede l’essenza: le immagini sintetiche sono immagini che permettono al pubblico di ricostruire un significato più ampio e completo. Sono come pezzi di un puzzle che, con un solo sguardo, si uniscono nella mente del lettore, grazie agli indizi visivi che tali immagini suggeriscono.
Qui sotto altri esempi.
Il logo di Amazon è un design riconoscibile e distintivo. La caratteristica più notevole del logo è la freccia gialla che inizia dal retro della lettera “a” e si estende fino alla lettera “z”. Questa freccia rappresenta sia il sorriso di un cliente che va da “A” a “Z”, a sottolineare l’ampia gamma di prodotti disponibili su Amazon.

 

L’ obiettivo era di promuovere il ketchup HEINZ. Il risultato è stato collegare insieme due elementi ampiamente riconosciuti e tangibili come il pomodoro e il barattolo del Ketchup. Questa sinergia ha creato un annuncio innovativo e di successo, che aiuta a trasmettere chiaramente il messaggio che il marchio intende comunicare.

Per concludere, nell’attuale contesto dell’economia dell’attenzione, è cruciale essere in grado di trasmettere molteplici concetti attraverso un’unica immagine. Che si tratti di un poster, di una stampa, della copertina di una brochure o di un contenuto digitale, catturare l’attenzione in un istante e comunicare messaggi complessi con una sola immagine semplice può fare la differenza.

Quando un’immagine sintetica è accuratamente progettata, permette al pubblico di completare il processo di comunicazione: senza un fruitore che ricomponga il quadro attraverso gli indizi, l’immagine rimarrebbe incompleta. Tuttavia, il fruitore, attratto dall’immagine, istantaneamente avvia un processo di ricomposizione: attribuisce agli indizi un significato più profondo, che va oltre il senso letterale delle immagini che osserva. Ciò suscita nell’individuo una leggera emozione: un sorriso, una sensazione di sorpresa o di gratificazione per aver risolto il semplice enigma visivo.

COME FUNZIONA LINKTREE. Tutto il tuo mondo online raccolto in un link.

Nell’era digitale in cui viviamo, la condivisione di informazioni e contenuti online è diventata una parte essenziale della nostra vita personale e professionale. Tuttavia, gestire una moltitudine di collegamenti su diverse piattaforme può essere un compito complicato. Fortunatamente, Linktree si è affermato come una soluzione semplice ed efficace per centralizzare e organizzare i collegamenti in un unico luogo.

Linktree è una piattaforma online che consente agli utenti di creare un singolo link personalizzato che indirizza a una pagina contenente una lista di collegamenti a varie risorse online, come siti web, profili social, articoli, video e molto altro. È spesso utilizzato da persone, aziende o professionisti per condividere in modo semplice e organizzato i propri contenuti e le proprie informazioni su diverse piattaforme. In sostanza, Linktree semplifica la condivisione di più collegamenti attraverso un unico link accessibile.
In questa guida pratica, spiegherò passo dopo passo come utilizzare Linktree per ottimizzare la gestione dei tuoi collegamenti online.

PASSO 1: Registrazione e accesso
Per iniziare, visita il sito web di Linktree e crea un account gratuito. Puoi registrarti utilizzando il tuo indirizzo email o accedere tramite il tuo account Instagram. Una volta completata la registrazione, accedi al tuo account Linktree.

PASSO 2: Creazione della tua pagina Linktree
Dopo l’accesso, inizia creando la tua pagina Linktree. Fai clic sul pulsante “Aggiungi nuovo link” per iniziare a configurare la tua pagina. Qui avrai l’opportunità di personalizzare il tuo spazio con il nome desiderato e scegliere tra una varietà di temi e sfondi disponibili. Se preferisci un aspetto più personalizzato, puoi anche caricare il tuo logo o immagine di sfondo.

PASSO 3: Aggiunta di collegamenti
Una volta creata la tua pagina Linktree, è il momento di aggiungere i tuoi collegamenti. Fai clic sul pulsante “Aggiungi nuovo link” per inserire i tuoi collegamenti desiderati. Puoi aggiungere collegamenti a siti web, blog, profili social, video, articoli o qualsiasi altra risorsa online che desideri condividere.
Per aggiungere un collegamento, fornisci il titolo del collegamento e l’URL della risorsa a cui vuoi indirizzare i visitatori. Puoi personalizzare l’aspetto del collegamento scegliendo tra diverse opzioni di icone disponibili. Puoi anche modificare l’ordine dei collegamenti trascinandoli e rilasciandoli nella posizione desiderata.

PASSO 4: Personalizzazione e branding
Linktree offre opzioni di personalizzazione per riflettere il tuo branding e il tuo stile. Fai clic sul pulsante “Modifica tema” per modificare i colori, le dimensioni dei caratteri e altri elementi visivi della tua pagina. Puoi anche caricare il tuo logo o immagine di sfondo per rendere la tua pagina Linktree più coerente con la tua identità visiva.

PASSO 5: Configurazione delle impostazioni avanzate
Linktree offre anche alcune impostazioni avanzate per migliorare l’esperienza dei visitatori. Puoi accedere a queste impostazioni facendo clic sull’icona a forma di ingranaggio nella parte superiore della pagina.

Tra le impostazioni avanzate disponibili, puoi abilitare la “Rilevazione automatica degli URL” per semplificare l’aggiunta dei collegamenti semplicemente incollando gli URL nella pagina senza doverli configurare manualmente. Puoi anche abilitare la funzione di “Reindirizzamento basato sulla geolocalizzazione” per indirizzare i visitatori a collegamenti specifici in base alla loro posizione geografica.

PASSO 6: Monitoraggio delle metriche
Una delle caratteristiche più potenti di Linktree è la possibilità di monitorare le metriche di click e conversione per i tuoi collegamenti. Puoi visualizzare le statistiche facendo clic sull’icona a forma di grafico nella parte superiore della pagina. Questo ti fornirà dati dettagliati sul numero di clic ricevuti da ciascun collegamento, consentendoti di valutare l’efficacia delle tue campagne di marketing o la popolarità di specifici contenuti.

PASSO 7: Condivisione del tuo link Linktree
Una volta che hai creato la tua pagina Linktree, è ora di condividere il tuo link personalizzato con il mondo. Copia il link fornito nella parte superiore della pagina e utilizzalo per la condivisione sui tuoi profili social, siti web, blog o altre piattaforme. Puoi anche incorporare il tuo link Linktree su una pagina esistente se lo desideri.

Benissimo. Quanto costa?

Linktree offre una versione gratuita che consente di creare e utilizzare una pagina Linktree senza alcun costo. La versione gratuita di Linktree fornisce le funzionalità di base per creare una pagina personalizzata contenente i tuoi collegamenti. Tuttavia, è importante notare che la versione gratuita ha alcune limitazioni rispetto ai piani a pagamento. Ad esempio, la personalizzazione avanzata, come il caricamento di un logo personalizzato o l’utilizzo di temi premium, potrebbe richiedere l’aggiornamento a un piano a pagamento. Inoltre, alcune funzionalità avanzate, come il monitoraggio delle metriche di click, potrebbero essere disponibili solo nei piani a pagamento.
In ogni caso con la versione gratuita ti garantisco che il risultato e l’efficienza del servizio è già ottima ed esaustiva.

 

CANVA. Creatività potenziata. Strumento digitale per l’immaginazione visiva.

Canva. È una piattaforma online che consente agli utenti di creare grafiche, presentazioni, poster, social media posts e altro ancora in modo semplice e intuitivo. Offre una vasta gamma di strumenti di design e modelli personalizzabili per aiutare le persone a creare contenuti visivi di alta qualità anche senza esperienza nel design grafico. È molto popolare per la sua facilità d’uso e per le numerose opzioni creative che mette a disposizione.

Ecco alcuni vantaggi di utilizzare Canva per i tuoi post online:

1. Modelli pronti all’uso: Canva offre una vasta selezione di modelli predefiniti per social media, blog, presentazioni e molto altro. Puoi scegliere tra vari stili, layout e colori per creare rapidamente post accattivanti e professionali.

2. Personalizzazione: Puoi facilmente personalizzare i modelli di Canva, cambiando colori, testi, immagini e font per adattarli al tuo stile e al tuo brand. Questo ti consente di creare contenuti unici e coerenti con il tuo personal branding.

3. Libreria di risorse: Canva offre una libreria di risorse con milioni di immagini, icone, font e template che puoi utilizzare per arricchire i tuoi design. Puoi anche caricare le tue immagini e loghi per renderli parte dei tuoi progetti.

4. Facilità d’uso: Canva è pensato per essere intuitivo e accessibile anche per chi non ha esperienza in grafica. La sua interfaccia user-friendly ti permette di trascinare e rilasciare gli elementi, modificare testi e immagini in modo semplice e veloce.

5. Collaborazione: Canva consente la collaborazione in tempo reale, permettendoti di lavorare insieme ad altri membri del team o con clienti sullo stesso progetto. Puoi condividere link di visualizzazione o permettere l’accesso per la modifica dei design.

6. Piani di abbonamento flessibili: Canva offre piani gratuiti e a pagamento con funzionalità extra. Puoi iniziare con la versione gratuita per provare le sue funzioni di base, e poi valutare se passare a un piano a pagamento per accedere a più risorse e funzionalità avanzate.
In sintesi, Canva è uno strumento versatile e intuitivo che ti consente di creare post online di qualità professionale senza dover essere un grafico esperto.

Uno svantaggio di Canva potrebbe essere la dipendenza dalla connessione Internet. Poiché Canva è un’applicazione basata su web, richiede una connessione Internet stabile per funzionare correttamente. Ciò significa che potresti essere limitato nell’utilizzo di Canva se hai una connessione debole o assente. Inoltre, lavorare su progetti offline potrebbe non essere possibile senza un’opzione di salvataggio offline.

U P D A T E

Canva Live Presentation è una funzionalità di Canva che consente agli utenti di creare e condividere presentazioni interattive in tempo reale. È progettato per rendere le presentazioni più coinvolgenti e collaborative, consentendo agli utenti di aggiornare e modificare i contenuti della presentazione durante la sua esecuzione.
Con Canva Live Presentazione, puoi invitare altre persone a partecipare alla tua presentazione online. Mentre stai mostrando la tua presentazione, gli spettatori avranno accesso a un link speciale che consente loro di visualizzare gli stessi contenuti sul proprio dispositivo. Ciò significa che possono seguire la presentazione contemporaneamente e vedere ogni modifica che fai in tempo reale.
Questa funzionalità è particolarmente utile per le presentazioni di gruppo, le riunioni virtuali o le lezioni online. Puoi condividere le tue idee, rispondere alle domande e coinvolgere attivamente il tuo pubblico mentre modifichi il contenuto, aggiungi note o passi da una diapositiva all’altra.
In sostanza, Canva Live Presentazione rende le presentazioni più interattive, collaborative e coinvolgenti, consentendo agli spettatori di partecipare attivamente alla presentazione stessa.

OLTRE LE PAROLE. L’impatto potente delle immagini nell’Era Digitale

Una KEY VISUAL, è un’immagine rappresentativa che viene utilizzata per comunicare un’idea, un concetto o un messaggio di base in modo efficace. È progettata per catturare l’attenzione e comunicare visivamente l’essenza di ciò che si desidera promuovere o rappresentare. Può includere elementi simbolici, colori, testo o personaggi per creare un’immagine iconica e facilmente riconoscibile. La key visual viene spesso utilizzata come elemento centrale in materiali promozionali come post, brochure, annunci stampa, siti web, campagne pubblicitarie online, presentazioni per creare un’impressione immediata e distintiva.

L’obiettivo principale di una key visual è quello di comunicare un messaggio in modo rapido ed efficace, attrarre l’attenzione e suscitare interesse, spingendo il pubblico a esplorare ulteriormente ciò che viene promosso o rappresentato.
L’utilizzo di una key visual offre diversi vantaggi e motivi per essere considerata in una strategia di comunicazione o di marketing. Eccone alcuni.

1. Comunicazione efficace: Una key visual ben realizzata può comunicare un’idea o un concetto in modo immediato ed efficace. Attraverso un’immagine chiara e distintiva, si può catturare l’attenzione del pubblico e trasmettere il messaggio desiderato in modo rapido.

2. Differenziazione: Una key visual unica e riconoscibile può aiutare a distinguere uno stile di brand, un prodotto o un’offerta dalla concorrenza. Creare un’immagine distintiva e iconica può contribuire a creare un’identità visiva forte e a rendere il proprio messaggio più impattante nel mare di informazioni visive a cui il pubblico è esposto quotidianamente.

3. Coinvolgimento emotivo: Le immagini hanno il potere di suscitare emozioni e connessioni emotive con il pubblico. Utilizzare una key visual appropriata e coinvolgente può aiutare a generare un legame emotivo con il pubblico, favorendo l’interesse, la curiosità e l’identificazione con il marchio o il messaggio rappresentato.

4. Sintesi concettuale: Una key visual può raccogliere e rappresentare visivamente concetti complessi o informazioni dettagliate in modo sintetico ed intuitivo. Questo permette di trasmettere un’idea in modo chiaro e immediato, semplificando il processo di comprensione per il pubblico.

5. Memorabilità: Le immagini hanno una maggiore probabilità di essere ricordate rispetto al testo o ad altre forme di comunicazione. Una key visual ben realizzata può creare un’impressione duratura nella mente del pubblico, facilitando il ricordo del messaggio o del marchio associato ad essa. In definitiva, l’uso di una key visual può essere un’efficace strategia di comunicazione per attirare l’attenzione.

Benissimo. Dove trovo le immagini?

Esistono diverse risorse online dove è possibile trovare immagini di alta qualità gratuite, disponibili per un uso legale. Ecco alcuni dei siti più popolari e affidabili per trovare immagini di alta qualità senza costi.

Unsplash: Unsplash offre una vasta raccolta di foto ad alta risoluzione fornite da una comunità di fotografi professionisti. Le immagini sono gratuite e possono essere utilizzate per scopi personali e commerciali senza dover chiedere il permesso o dare attribuzione. Link: https://unsplash.com/it

Pixabay: Pixabay offre una vasta selezione di immagini, illustrazioni e video di alta qualità, tutti con licenza Creative Commons CC0. Puoi utilizzare le immagini liberamente per scopi personali e commerciali senza richiedere autorizzazioni o attribuzione. Link: https://pixabay.com/it/

Pexels: Pexels offre una vasta raccolta di immagini di alta qualità, che possono essere utilizzate per progetti personali e commerciali senza dover chiedere il permesso o dare attribuzione. Aggiungono regolarmente nuove immagini alla loro collezione. Link: https://www.pexels.com/it-it/

Burst by Shopify: Burst è una risorsa di immagini gratuita fornita da Shopify. Offre una vasta gamma di immagini ad alta risoluzione adatte per progetti di e-commerce, blog, social media e altro ancora. Link: https://burst.shopify.com

Freepik: Freepik è un sito che offre una vasta gamma di risorse grafiche, comprese immagini, vettori, illustrazioni e altro ancora. Alcune delle risorse richiedono l’attribuzione dell’autore, quindi assicurati di controllare le specifiche di utilizzo di ogni risorsa che desideri utilizzare. Link: https://www.freepik.com

Ricorda sempre di controllare e rispettare le licenze e le restrizioni di utilizzo specificate da ogni sito web. Nonostante queste risorse offrano immagini gratuite, potrebbe essere necessario l’attribuzione dell’autore in alcuni casi.

Top